Campionato AMA di Motocross Off-Road: Il Campionato AMA Supercross (Campionato Americano di Motocross Supercross) è uno degli eventi di corse di motocross negli Stati Uniti. Il Campionato Nazionale di Motociclette AMA è una serie di corse di motociclette americana, istituita dall’American Motorcyclist Association (AMA) nel 1954. Originariamente includeva cinque diverse discipline di gara: gara su pista di ceneri di un miglio, gara su pista di ceneri di mezzo miglio, gara su pista corta, gara TT con ostacoli off-road e gara su strada, nota anche come flat track racing. Dagli anni ’50 agli anni ’70, il Campionato Nazionale di Motociclette AMA era la principale serie di corse di motociclette negli Stati Uniti, fino a quando le gare di Supercross tenute negli stadi delle principali leghe sono diventate più popolari.

Formato di gara: Le gare di Supercross consistono in strade di terra, pendenze ripide e ostacoli. La competizione si svolge da gennaio a metà maggio ogni anno, ed è composta da 17 round di 450cc, 8 round di 250cc nella divisione Ovest e 8 round di 250cc nella divisione Est, svolti in 14 sedi in Nord America.

Introduzione alla gara:

Gara di un miglio:

Una gara che si svolge all’interno di una pista circolare di ceneri lunga un miglio, la popolarità di questa gara è dovuta all’ubiquità delle piste da corsa negli Stati Uniti. Questo evento supporta l’uso di motori per motociclette di dimensioni maggiori, come ad esempio il modello XR-750 di Harley-Davidson. La gara si caratterizza per numerosi cambi di posizione in testa e velocità che superano le 140 miglia all’ora.

Gara di mezzo miglio:

Simile alla gara di un miglio, si svolge anch’essa all’interno di una pista circolare, ma con una distanza più breve.

Gara su pista corta:

Una gara che si tiene su una pista circolare di ceneri lunga approssimativamente un quarto di miglio, molte di queste gare si svolgono in luoghi al coperto simili all’Astrodome di Houston. Le motociclette off-road leggere con motori a due tempi hanno un vantaggio in questa competizione.

Gara TT con ostacoli off-road:

Una gara che si svolge su una pista di ceneri a forma irregolare, caratterizzata da una curva a destra e una piattaforma per salti. Le motociclette leggere hanno un vantaggio in questa gara, ma ci sono anche esempi di successo di motociclette più grandi.

Gara su strada:

Una gara che si svolge su una pista appositamente costruita, con la più famosa nell’agenda degli eventi AMA che è la Daytona 200.

Storia della gara:

Il Campionato Nazionale di Motociclette AMA è una serie di corse di motociclette esclusivamente americana, approvata dall’American Motorcyclist Association (AMA) nel 1954. Include cinque diverse discipline di gara: gara su pista di ceneri di un miglio, gara su pista di ceneri di mezzo miglio, gara su pista corta, gara TT con ostacoli off-road e gara su strada, nota anche come flat track racing. Dagli anni ’50 agli anni ’70, il Campionato Nazionale di Motociclette AMA era una rinomata serie di corse di motociclette negli Stati Uniti, fino a quando le gare di Supercross tenute negli stadi delle principali leghe sono diventate più popolari. Il Campionato AMA Grand National.

Nel 1932, l’American Motorcyclist Association (AMA) organizzò una serie di gare chiamata Class A Off-Road Championship, consentendo ai produttori di motociclette di partecipare con veicoli prototipo. Nel 1937, l’AMA avviò una nuova serie chiamata Class C Series, che permetteva l’uso di motociclette legalmente registrate con caratteristiche uniche. Questo evento aveva lo scopo di permettere ai motociclisti comuni di partecipare a gare di motociclette a un costo inferiore. Quando i produttori ridussero drasticamente i budget per le competizioni durante la Grande Depressione, la competizione della Classe A terminò e le gare della Classe C divennero i campionati più importanti. Nei giorni precedenti alla Seconda Guerra Mondiale, le gare della Classe C generarono una intensa competizione tra i due produttori di motociclette più importanti di quell’epoca, Harley-Davidson e Indian. I campionati di motociclette furono sospesi durante gli anni della guerra dal 1942 al 1945.

Dal 1946 al 1953, il Campionato Nazionale di Motociclette AMA ebbe successo come un unico evento, il Springfield Mile, tenutosi presso l’Illinois State Fairgrounds.

Nel 1954, il Campionato Nazionale di Motociclette AMA introdusse cinque distinti formati di gara, quattro dei quali si svolgevano su piste di ceneri e il quinto su piste di asfalto.

Con la scomparsa dell’Indian Motorcycle Association nel 1953, Harley-Davidson iniziò a dominare le gare. Il pilota Harley-Davidson Joe Leonard vinse il Campionato Nazionale di Motociclette AMA per la prima volta nel 1954 e conquistò altri due titoli prima di passare alle corse automobilistiche.

Carroll Resweber divenne il primo campione quattro volte, vincendo consecutivamente per la Harley-Davidson dal 1958 al 1961. Nel 1963, Dick Mann vinse il titolo nazionale per la BSA, dando ai produttori stranieri il loro primo campionato. Il pilota Triumph Gary Nixon vinse due titoli consecutivi nel 1967 e 1968 e conquistò tre titoli del Campionato Nazionale di Motociclette AMA in quattro anni.

Gene Romero vinse un altro campionato nel 1970.

Mann vinse un secondo titolo per la BSA nel 1971, prima che i produttori di motociclette britannici perdessero la feroce competizione tecnologica contro i produttori giapponesi.

Nel 1973, il pilota Yamaha Kenny Roberts vinse il primo Campionato Nazionale di Motociclette AMA per un produttore giapponese. Quando la Yamaha si ritirò dal Campionato Nazionale di Motociclette AMA dopo la stagione del 1977, la Harley-Davidson riprese a dominare le gare. Nel 1983, il Campionato Nazionale di Motociclette AMA era diventato la gara su pista di ceneri più popolare negli Stati Uniti sia per veicoli a due ruote che a quattro ruote. Questo fu l’apice del Campionato Nazionale di Motociclette AMA, poiché nel 1984 la popolarità di altre forme di corse di motociclette, come il motocross e le corse su strada, superò gradualmente le gare su pista di ceneri. Nel 1984, la Honda si unì al Campionato Nazionale di Motociclette AMA, rompendo il dominio della Harley-Davidson, e Ricky Graham vinse il titolo. Prima che la Honda si ritirasse dalla competizione nel 1987, Bubba Shobert vinse tre titoli consecutivi per il team, dopo di che la Harley-Davidson tornò ad essere il principale produttore nella serie. Nelle ultime venti edizioni della competizione, la Harley-Davidson ha vinto 15 titoli di campionato. Nel luglio del 2014, la Harley-Davidson iniziò una collaborazione con Breakthrough Lubricants e, grazie a un ottimo lavoro di squadra e prestazioni in pista, il pilota Kenny Coolbeth conquistò il titolo.

Negli anni ’70 e ’80, il Campionato Nazionale di Motociclette AMA si rivelò un terreno fertile per i campioni del mondo delle corse su strada. Piloti provenienti dalle gare su pista di ceneri dell’AMA, come Kenny Roberts, Freddie Spencer, Eddie Lawson e Wayne Rainey, vinsero consecutivamente il Campionato Mondiale di Motociclismo 500cc. La tecnologia avanzata delle motociclette da corsa su strada alla fine degli anni ’70 dotava i motori di una potenza che superava le capacità dei telai e degli pneumatici di quel tempo. La tecnologia risultante di scivolamento degli pneumatici creò uno stile di guida nuovo che ricordava le corse su pista di ceneri, utilizzando lo scivolamento della ruota posteriore verso un lato come metodo di controllo della motocicletta nelle curve. Ciò si rivelò un vantaggio significativo, poiché i piloti delle gare su pista di ceneri erano già abituati a derapare con le loro moto. Quando il Campionato Mondiale di Motociclismo si evolse nella formula attuale del MotoGP, il controllo elettrico dell’attrito limitò lo scivolamento della ruota posteriore. Anche se il Campionato Nazionale di Motociclette AMA non è più l’evento principale delle corse motociclistiche negli Stati Uniti, ha ancora molti seguaci.

Hai letto il “Regolamento delle Motociclette Off-Road AMA”?

  1. Durante l’evento, nessun pilota è autorizzato a ricevere qualsiasi forma di fluidi per via endovenosa… “Considera la regola di Doug Henry. Se un pilota ha bisogno di fluidi per via endovenosa a causa di colpo di calore o esaurimento fisico, sarà ritirato dalla gara.
  2. È vietato fumare nell’area di manutenzione, sulla griglia di partenza, nell’area di segnalazione o in altre aree restritte.
  3. Nessuno sotto i 16 anni è autorizzato a entrare nell’area di manutenzione, sulla griglia di partenza, nell’area di segnalazione o in altre aree restritte. “Non sono ammessi animali domestici.
  4. In ogni momento, nessun pilota deve mettere a rischio la vita o gli arti di altri piloti, ufficiali o il pubblico. “Se la regola viene violata, il pilota sarà squalificato.
  5. I piloti di Supercross da 125cc possono competere sia nelle regioni Est che Ovest, purché non siano classificati tra i primi 10 nella loro regione di origine. “Per le divisioni regionali, l’AMA è la migliore opzione per le loro caselle postali nella regione costiera. Non sono ammessi RM, CR o YZ.
  6. La targa anteriore deve essere piatta… Sono vietate operazioni di piegatura della targa, come ad esempio snellire la targa…
  7. Nel Campionato Nazionale di Motocross Off-Road, i piloti possono partecipare solo a un livello di competizione. “Tuttavia, possono partecipare a qualsiasi evento di Supercross.
  8. Non è consentito scambiarsi le posizioni sulla griglia con altri piloti.
  9. L’altezza degli stivali deve essere di almeno otto pollici.
  10. I piloti e i meccanici devono mantenere un aspetto ordinato.
  11. I piloti saranno penalizzati per “ricevere trasmissioni radio durante la gara”.
  12. I piloti saranno puniti per “ingaggiare combattimenti”.
  13. Il livello di alcol nel sangue deve essere zero. Qualsiasi pilota o ufficiale trovato con un contenuto di alcol nel sangue misurabile durante una gara professionale sarà… proibito di partecipare all’evento.
  14. I dispositivi elettronici specificamente progettati per il controllo della trazione sono vietati.
  15. Tutti i precedenti campioni nazionali saranno esentati dai requisiti di qualifica.
  16. Non sono ammesse modifiche di fronte alla griglia di partenza… Le modifiche sono consentite dietro alla griglia se non vengono utilizzate pale, attrezzi o altri strumenti… L’irrigazione della linea di partenza è vietata.
  17. È vietato l’uso di blocchi di partenza o altri dispositivi di sollevamento.
  18. La lunghezza dell’area di partenza deve essere di 120 piedi…
  19. Non sono ammessi pneumatici con tasselli superiori a 0,750.
  20. Non è consentito a nessuno di guidare una motocicletta in direzione opposta in nessun momento…
  21. Regole dell’area dei box: L’area di segnalazione è vietata alle persone di età inferiore ai 16 anni e agli animali domestici. Gli animali domestici nel paddock devono essere tenuti al guinzaglio o riposti in modo appropriato. Le magliette devono avere il colletto. Sono vietate le scarpe aperte, i pantaloncini e le magliette senza maniche.
  22. Assistenza: Oltre ai commissari di percorso o agli ufficiali, durante la gara non è consentito alcun aiuto esterno. Nelle gare di motocross off-road e supercross, l’aiuto può essere ottenuto alla griglia di partenza prima della prima curva (solo all’inizio della gara).
  23. Peso minimo della motocicletta: Classe 250 motocross off-road: 194 libbre (due tempi) / 212 libbre (quattro tempi); Classe 450 motocross off-road: 212 libbre (due tempi) / 220 libbre (quattro tempi). I limiti di peso devono essere rispettati dopo le qualificazioni e dopo la gara. Il capo ispettore tecnico può richiedere la rimozione di sporco in eccesso dalla motocicletta prima del pesaggio. Le bilance ufficiali AMA saranno disponibili prima delle qualifiche e durante la gara per i controlli di peso. Non è consentito aggiungere liquidi alla motocicletta, ad eccezione dell’acqua nel sistema di raffreddamento del motore. Il carburante deve essere scaricato dal serbatoio del carburante. Non sono ammessi zavorre sulla motocicletta.
  24. Programma di gara: Il programma di gara prevede due sessioni di allenamento per ogni classe. La prima sessione è gratuita, con una gara di qualificazione; la seconda sessione sarà solo una qualifica a tempo. Le qualifiche a tempo saranno utilizzate per determinare l’ordine in cui i piloti selezionano le loro posizioni di partenza. La posizione di partenza dei piloti nella seconda gara del Campionato Nazionale di Motocross dipenderà dalla loro prestazione di arrivo nella prima gara del Campionato Nazionale di Motocross.
  25. Occhiali protettivi: È vietato ai piloti e ai passeggeri lanciare abbigliamento da motociclismo o articoli simili nell’area degli spettatori, soprattutto durante le cerimonie del podio.
  26. Attrezzatura audio/video: È vietato ai piloti utilizzare dispositivi personali di ascolto audio durante la guida sulla pista. L’uso di dispositivi di registrazione video a bordo o montati sul casco è vietato a meno che non sia approvato da MX Sports.
  27. Procedura di partenza: Ai piloti o ai meccanici non è consentito apportare modifiche di fronte al cancelletto di partenza. La sistemazione del terreno è consentita dietro al cancelletto se non vengono utilizzate pale, attrezzi o altri strumenti. Ai piloti o ai membri dell’equipaggio non è consentito annaffiare l’area di partenza. Dieci minuti prima dell’inizio della gara, i piloti saranno autorizzati a fare giri di ricognizione. I giri di ricognizione sono facoltativi. Durante il periodo dei giri di ricognizione, i piloti possono ricevere assistenza nell’area di segnalazione. Quattro minuti prima della partenza, tutti i piloti devono completare il giro di ricognizione e rientrare nel cancelletto di partenza. Una volta che la motocicletta entra nell’area di attesa e viene chiamata sulla linea di partenza, è vietato che la motocicletta ritorni al paddock. Se la motocicletta viene rimossa dall’area di attesa dopo questo momento, al pilota non sarà consentito prendere parte alla gara. I piloti non possono scambiare posizioni di partenza con altri piloti.
  28. Idratazione endovenosa: Ai piloti non è consentito ricevere alcun tipo di idratazione endovenosa durante l’evento, a meno che non sia necessario un trattamento medico d’emergenza per il pilota durante la gara o a causa di circostanze simili (ad esempio, colpo di calore), e il personale medico consideri l’idratazione necessaria dal punto di vista medico per partecipare a qualsiasi sessione di allenamento, gara di qualificazione, gara motociclistica o altre attività. Una volta che un pilota riceve tale idratazione durante una gara, non gli sarà consentito partecipare ad altre attività di gara, comprese, ma non limitate a, ulteriori sessioni di allenamento, gare di qualificazione, gare motociclistiche o altre attività in quella gara, a meno che il personale medico non rilasci il pilota, che è stato trattato dal personale medico per la specifica situazione di emergenza medica in questione. Qualsiasi pilota che abbia ricevuto un trattamento dal direttore medico dell’evento e, nei casi in cui il trattamento includa una raccomandazione per il trasporto in un centro medico di emergenza, dovrebbe essere vietato di partecipare a ulteriori sessioni di allenamento o gare motociclistiche nell’evento.
  29. Azioni disciplinari: Le seguenti violazioni saranno soggette ad azioni disciplinari da parte di AMA Pro Racing: falsificazione dell’età, partecipazione con un nome falso, partecipazione intenzionale a una gara con esito “fissato”, offerta o accettazione di tangenti per eludere le regole di AMA Pro Racing, partecipazione a boicottaggi da parte dei piloti, qualsiasi condotta impropria, comportamento scorretto o azioni dannose per lo sport, aggressioni fisiche o verbali agli ufficiali di AMA Pro Racing, mancata o rifiuto di sottoporsi a test antidoping. In nessun momento un pilota può guidare in modo tale da mettere a repentaglio la vita o gli arti degli altri piloti, degli ufficiali o del pubblico. Qualsiasi pilota o ufficiale trovato con un tasso misurabile di alcol nel sangue durante una gara professionale sarà vietato di partecipare all’evento.